Patatine fritte (più sane) dopo la partita

culinary nutrition
La Culinary Nutrition sbarca al Centro-Sud
24 giugno 2016
antiaging salute
AjN Academy: La nuova filiale è già realtà
29 giugno 2016

Patatine fritte (più sane) dopo la partita

patatine fritte

patatine fritte

Gli Europei 2016 di calcio sono l’occasione per ritrovarsi con amici e partenti a tifare la propria nazionale. Secondo una recente rilevazione le partite di calcio fanno consumare (e vendere) molti più snack come le patatine per ovvi motivi di consumo associato alla visione della partita stessa. Resistere a delle patatine fritte è molto difficile in primis per il loro gusto. La patatina fritta si presta poi ad un consumo davanti alla Tv per la sua “praticità” e la sua facilità ad essere mangiata anche lontani dalla tavola. Ma c’è un modo per rendere più salutare uno dei cibi maggiormente pericolosi per la nostra salute?

Patatine fritte più sane

In realtà si, ed è spesso argomento di discussione durante le cene “InEvolution” organizzate dall’Art Joins Nutrition Academy. Un’occasione per scoprire come conservazione e cottura degli alimenti possano influire in modo determinante sulla qualità del cibo che mangiamo. In linea generale però una volta acquistate le patate il consiglio è quello di non conservarle in frigorifero. A meno di 6 gradi infatti il tubero sprigiona glucosio e nella cottura produce più Acrilammide (come spiegato anche in passato). Un’altra accortezza è quella di tagliare, prima della cottura, le patate in pezzi di grandezza omogenea e sciacquarle in acqua corrente per rimuovere l’eccesso di glucosio.

Un piccolo accorgimento che può fare la differenza in queste giornate di tifo sfrenato!

Ci vediamo domani per l’apertura della nostra nuova sede per il centro sud dell’Art Joins Nutrition Academy. Seguite il link per i dettagli.

A domani

Chiara