FACCIAMOCI FURBI!!

Un pieno di energia? CROSTATA AI LAMPONI!
5 gennaio 2015
Per il cuore? Una tazza di cioccolata!
7 gennaio 2015

FACCIAMOCI FURBI!!

NON FACCIAMO GLI STRUZZI

Finite le grandi abbuffate Natalizie ora si corre ai ripari: diete drastiche, leviamo qualsiasi leccornia, potremmo chiamarle le diete dei senza…

Ma perché arrivare a tanto? Perché abbuffarci durante le feste e poi presi dai sensi di colpa, correre ai ripari? Prima tutto poi niente, perché giocare con questa altalena quando invece si può mangiare sempre bene, in modo gustoso e salutare, senza eccessi?

Il mondo a tavola si divide in tre gruppi: innanzitutto c’è quello delle persone attente alla salute, che anche al ristorante ordinano un’insalata fresca dell’orto e sono disposte a ogni rinuncia pur di mantenersi in forma, e quello dei buongustai, che alla salute antepongono i piaceri della tavola.

I primi hanno tutti i valori analitici a posto, sono normopeso e in splendida forma, a volte un po’ fissati, a volte un po’ depressi a causa delle tante rinunce.

I secondi sono sovrappeso, soprattutto dopo i quarantacinque anni hanno pressione e/o colesterolo alti, glicemia alterata e simili. Ma sono felici! E guai a parlare loro di unire salute e gusto al ristorante: rovinerebbe loro il piacere della buona cucina… come se ciò che fa bene alla salute dovesse necessariamente essere sempre meno buono.

E il terzo gruppo? Sono tutti quelli che passano da un eccesso all’altro. Quelli che si mettono a dieta ferrea un mese prima dell’estate e dopo Natale per ritornare poi a mangiare senza alcun freno. Quelli che dopo un’abbuffata al ristorante prendono il caffè senza zucchero. Quelli che fanno un giorno di digiuno e il mattino dopo sono al bar a rovinarsi con un cornetto ripieno di crema.

Alzi la mano chi non appartiene al terzo gruppo!

Ma chi di noi, se avesse l’opportunità di scegliere fra una cucina golosa che al massimo non fa male, e una cucina golosa che fa bene, non sceglierebbe la seconda?

Non è solo una questione di buon senso, ma anche di salute. Questo passare dalla dieta ferrea al godimento sfrenato a tavola, alla fine non fa bene né alla salute né al piacere. Al massimo fa dimagrire velocemente, salvo riprendere subito i chili persi quando si abbandona una dieta esagerata. E a tavola ci fa stare con i sensi di colpa. Quante volte, all’arrivo del cameriere con la carta dei dolci, abbiamo scosso tristemente la testa?

E se da oggi il cameriere ci proponesse dei dolci golosi che ci fanno bene alla salute?

Le diete fanno male proprio quando innescano questo meccanismo detto a yo-yo: si passa da un eccesso all’altro. Ma se impariamo a cucinare applicando la scienza della nutrizione alla cucina tradizionale, ciò che fino a ieri era solo buono, oggi farà anche bene!

Sappiamo che ora è possibile, togliamo la testa da sotto la sabbia, non facciamo gli struzzi, abbiamo un anno per imparare come vivere con Gusto&Benessere!