Roma: ritornano i corsi amatoriali di cucina antiaging!
1 febbraio 2015
The Global Health Gastronomy
7 febbraio 2015

7 Febbraio 2015: la tavola delle idee

[cmsms_row data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_image align=”center” link=”http://cucinaevolution.online/wp-content/uploads/2015/02/img-civilta-benessere-categoria-672×265.jpg” animation_delay=”0″]10212|http://cucinaevolution.online/wp-content/uploads/2015/02/img-civilta-benessere-categoria-672×265.jpg|full[/cmsms_image][/cmsms_column][/cmsms_row][cmsms_row][cmsms_column data_width=”1/1″][cmsms_text]

II 7 febbraio a Milano, all’Hangar Bicocca, il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il Ministro delegato all’Expo Maurizio Martina apriranno la giornata di lavori “Expo delle Idee”. L’evento vedrà 42 tavoli di lavoro dedicati a quattro percorsi di contenuto che esplorano i temi dell’Esposizione: sviluppo sostenibile tra economia, ambiente e società; culture, identità e stili alimentari; agronomia, nutrizione, economia del cibo; Milano/Italy tra smart e slow city.

Anche Cucina Evolution e Art joins Nutrition Academy saranno presenti, virtualmente e non solo…., per dare il proprio contributo alla tavola delle idee.

In questa giornata infatti inauguriamo la nuova rubrica LA CIVILTA’ DEL BENESSERE,  un contenitore di idee, notizie, iniziative per migliorare la qualità della nostra vita, e per dare il nostro contributo attivo all’Italia.

A Milano oltre cinquecento saranno gli interlocutori che si confronteranno durante le varie sessioni di lavoro. Insieme a molti ministri che stanno lavorando su progetti di Expo, ci saranno i sindaci come quello di Milano Giuliano Pisapia e quello di Torino (nonché presidente di Anci) Piero Fassino. Saranno al lavoro 42 fra ricercatori e borsisti coordinati dal Professor Salvatore Veca, curatore di Laboratorio Expo (un progetto di Expo2015 e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli). Ci saranno poi molte importanti imprese dell’agroalimentare italiano, le associazioni ambientaliste e del terzo settore, personalità come don Luigi Ciotti, Giancarlo Caselli (che presiede l’Osservatorio contro le agromafie) e Raffaele Cantone (presidente dell’Autorità Anticorruzione).

A Parma inauguriamo la rubrica con l’articolo del Prof. Michele Rubbini sul tema del Global Health. Con Global Health si indica l’insieme delle tematiche che complessivamente concorrono a determinare il benessere di una popolazione su scala globale: la salute, la crescita economica, la distribuzione della ricchezza, la tutela dell’ambiente, la disponibilità di cibo ed acqua, la composizione dei conflitti armati, la sicurezza ed altro ancora, arrivando a coniare il termine di Global Health Diplomacy (GHD) con il quale si intende dare significato compiuto, comprendendole in un’unica definizione, ad un insieme di azioni e progetti che hanno come fine ultimo quello di combattere la povertà e ridurre le disuguaglianze in un Mondo  che si ritiene globalizzato e formato quindi da Persone con eguali diritti e possibilmente con identiche aspettative sia come qualità che come prospettiva di vita.

Il Prof. Rubbini è Professore Associato all’Università di Ferrara, co-presidente del Comitato Scientifico dell’Associazione per la Sicurezza Nutrizionale in Cucina,  International Fellow dell’American Society of Colon&Rectal Surgeons, Direttore del Programma di Chirurgia Coloproctologica dell’Università ed AUSL di Ferrara, Membro del Research Committe della European Society of Coloproctology.

[/cmsms_text][/cmsms_column][/cmsms_row]