Dimagrire e restare in forma con i fritti Antiaging!

Dimagrire e restare in forma con la Crostata di Lamponi Antiaging!
19 novembre 2015
La Cucina Antiaging comincia con l’infanzia: il progetto HAPPY CHILD
24 novembre 2015

Dimagrire e restare in forma con i fritti Antiaging!

Quali sono i segreti per una frittura Antiaging fatta in casa?
La Dottoressa Chiara Manzi, intervenuta alla seconda giornata di inaugurazione dell’AjN Point della Culinary Nutritionist Silvia Brazzo a Certosa di Paviaha svelato come friggere in modo Antiaging e restare in forma!,
Ecco i 6 Segreti per realizzare un Fritto Antiaging!
  1. Scegliere l’olio giusto! Dev’essere prevalentemente monoinsaturo e con un punto di fumo alto, maggiore di 190°. Ad esempio l’olio di arachidi, quello extravergine d’oliva o di girasole altooelico.
  2. Mantenere una temperatura costate. L’olio deve essere abbondante e la temperatura deve essere stabile e sotto controllo al massimo a 180°. Per questo la soluzione migliore è utilizzare una friggitrice con termostato.
  3. Creare uno shock termico al fine di ridurre l’ingresso dell’olio nell’alimento (in questo caso, prima di friggere, è necessario lasciare gli alimenti a raffreddare in frigorifero).
  4. Infarinare o impanare l’alimento prima di friggerlo.  Il rivestimento del cibo, a seconda dello spessore, può trattenere più o meno grassi, per questo possiamo preferire farine di riso, mentre le pastelle aumentano le calorie del fritto. 
  5. Tamponare e asciugare con cura i cibi per eliminare l’eccesso di olio immediatamente dopo averli estratti dal bagno di frittura. Tamponare almeno per 3 volte in carta assorbente.
  6. Eliminare i residui di cibo che possono rimanere nell’olio durante la frittura.
    Gli Chef AjN Luca Colombo, Dario Bringheli e Cristian Duca hanno preparato dei fritti Antiaging che i partecipanti hanno assaggiato e apprezzato! Nella Cucina dell’Health Center di Certosa di Pavia, gli Chef hanno dimostrato passo passo come friggere in modo Antiaging a casa. 100 grammi di fritto Antiaging, realizzato in base ai consigli di Chiara Manzi, assorbono solo 6 grammi di olio pari ad un cucchiaino, molte insalate condite con un cucchiaio di olio potrebbero essere più grasse.
    Uno degli hot topic dell’inaugurazione  è stato senza dubbio l’assaggio della Sacher Evolution e della Torta della Nonna Evolution della Chef  AjN Patrizia Lombardi che ha lasciato tutti i partecipanti senza parole!
    A conclusione dell’inaugurazione, la consegna della targa “Cucina Evolution” alla Culinary Nutritionist  Silvia Brazzo.
    Progetti futuri? Presto inizieranno i corsi di cucina amatoriale e gli incontri con la Culinary Nutrionist sulla “Cucina Antiaging”. Segui le prossime news su Cucina Evolution per non perdere tutti gli appuntamenti di Certosa di Pavia!

image6

Comments are closed.