Uova e Pancetta al tempo della Brexit

antiaging salute
AjN Academy: La nuova filiale è già realtà
29 giugno 2016
piatto di pasta
Studio Italiano:La pasta non fa ingrassare
4 luglio 2016

Uova e Pancetta al tempo della Brexit

uova e bacon

uova e bacon

La Brexit ha portato scompiglio nei mercati Europei ma a livello alimentare l’Inghilterra è da sempre molto lontana dal modello alimentare Italiano. In molti mi hanno chiesto se la colazione tradizionale Inglese (quella con uova, pancetta e pomodori per intenderci) possa essere una scelta praticabile anche qui da noi.

Alimentazioni a confronto

C’è un abisso fra l’alimentazione Inglese e quella Italiana, soprattutto a livello culturale. Un concetto molto poco conosciuto nel mondo Inglese è quello del “pasto”, soprattutto fra i giovani. Ragazzi che mangiano a qualsiasi ora, qualsiasi cosa. Tranne, forse, per la colazione che è riconosciuta come “pasto” abbondante. Per il resto non c’è concezione di orari e di scelta del cibo. Purtroppo è uno stile di vita che anche in Italia sta prendendo piede.

Uova e Bacon, una speranza c’è

La cottura, come spesso ricordiamo nelle nostre cene “InEvolution” a cui tutti possono partecipare per imparare il valore del “pasto” e imparare a cucinare in modo corretto, rispettando gli alimenti, la loro salubrità senza perderne in termini di gusto. E’ la “Cucina Antiaging” ed è un progetto che guarda al mantenimento di uno stato di salute sano che passa attraverso il piatto. Tornando alle nostre uova, quello che fa male nell’uovo fritto è l’olio nel quale lo friggo e non l’uovo. L’uovo infatti ha un colesterolo molto poco assimilabile dall’organismo per cui è il nemico minore. Il vero nemico è il condimento in cui si prepara. Un uovo fritto in tanto grasso, magari può essere anche in Olio Extravergine d’oliva ma, se in eccesso, crea un’infiammazione cronica nel nostro organismo. Il consiglio è cuocerlo in una pentola antiaderente senza grassi aggiunti.  La pancetta se la si vuole abbinare la si tosta a parte sempre in pentola antiaderente a fuoco molto lento così che il grasso si sciolga senza bruciare. Tolgo la pancetta, la tampono bene con carta assorbente, così da rilasciare il grasso in eccesso e lo adagio sull’uovo. In questo modo abbiamo un piatto con meno grassi di quelli che avrei se condissi una fetta di pane con un cucchiaio di olio extravergine di oliva.

A presto

Chiara

Comments are closed.