Cosa c’è dietro un evento come quello di Orietta all’Orto Ritrovato di Moneglia?

PERCHE’ I CELIACI INGRASSANO E SI AMMALANO DI DIABETE?
11 agosto 2017
Con InEvolution la Cucina BuonaDaVivere direttamente a InCasa tua!
11 settembre 2017

Cosa c’è dietro un evento come quello di Orietta all’Orto Ritrovato di Moneglia?

Siamo ormai giunti al V appuntamento di Chef of the Future Gran Galà, evento in cui si inaugura il primo menù Evolution dei ristoranti del Network di Cucina Evolution.

Ho avuto l’opportunità di lavorare con un team super affiatato che ha fatto di tutto per far sì che gli ospiti che hanno partecipato fossero entusiasti sotto ogni aspetto.

I Primi quattro sono stati:

  • Ristorante “Le Sequoie” dello chef Massimo Salvadei a Carsoli, Via Tiburtina Valeria km 68.900 a Carsoli (AQ). Il ristorante è composto da quattro sale di diversa grandezza di cui una (Sala Evolution) completamente dedicata al principio che da un po’ di tempo il ristorante segue: il benessere antiaging. La cucina delle Sequoie mantiene una salda matrice tradizionale ma si pone come obiettivo la continua ricerca e l’evoluzione del cibo, l’accurata scelta di prodotti di qualità, lo studio sulle nuove tecniche e pratiche della Culinary Nutrition. Ormai da tempo il ristorante le Sequoie è diventato colonna portante del network e punto di riferimento per tutto il network, sia come UNICA CONSULTING, con l’aiuto anche di Michele Trevisan, che per il fatto che è diventato sede dell’accademia per il centro sud di Culinary Nutrition.
  • Ristorante “Al 23” di Carlo Labanti via Albarello, n. 23 Lazise (VR). La location, a pochi passi dallo splendido Lago di Garda, è caratterizzata da un’atmosfera accogliente e familiare.
  • Ristorante “Satin” di Piadena Via Mentana, 3 in provincia di Cremona. Un luogo con un’atmosfera unica e di classe che grazie allo chef Lorenzo Malavasi ha inaugurato da poco il primo menù certificato.
  • L’angolo dolce di Sandra Bianchi a Lucca in Via Borgo Giannotti, 391. Oltre vent’anni di esperienza, impegno e sogni nell’Universo della pasticceria. Con questa frase comincia la descrizione di “Sandra & l’Angolo Dolce”, famosa pasticceria di Lucca, rinomata per la qualità dei suoi prodotti e il design della location. Ispirata all’esperienza di vita della titolare Sandra Bianchi, la pasticceria è un logo della città in cui il sogno si trasforma in realtà e le esperienze sensoriali prendono forma attraverso piccoli capolavori di dolcezza.

“Quando qualcuno crede fermamente in quello che sta facendo vorrebbe sempre che tutto fosse perfetto…”

E quando l’aiuto determinante è quello di Massimo Salvadei e Michele Trevisan nella veste di UNICA CONSULTING, entrambe diplomati presso l’Accademia di Chiara Manzi, che senza troppe parole mettono a disposizione la professionalità e l’amicizia di un team che insegue lo stesso obiettivo, non ci sono dubbi: sarà un grande successo!

Si perché, comunque vada, la passione che il gruppo unito ci mette fa in modo che per tutte le persone che la vivono, l’esperienza (nuova, in questo caso, per Orietta ed il suo staff) di Cucina Evolution sia un’emozione dall’inizio alla fine.

Grazie anche all’intervento della grande Pasticcera Evolution Sandra Bianchi che si è occupata del dessert, la cena si è conclusa con un dolce che di sicuro ci aiuterà a ricordare il viaggio fatto con Orietta.

Si parla di viaggio proprio perché il menù ed il titolo dei piatti sono stati improntati su questo, un fantastico viaggio a ritroso nel tempo, quando il ligure lasciava la terra madre per cercare fortuna altrove, non senza grossi sacrifici, per poi terminare nelle nuove scoperte, nuovi ingredienti, un cammino che ha portato gli ospiti a scoprire nuovi sapori.

E tutto in 800 calorie di prelibatezze.

Quanto lavoro è stato fatto dietro le quinte di questo evento …

Partiamo da Ilaria Roncaioli, nutrizionista diplomata in Culinary Nutrition , che è riuscita per questo evento a ridisegnare le leggi della nutrizione e far stare in 800 calorie una cena con 2 entrèe, un primo, un secondo, un dessert e un bicchiere di vino.

Che dire poi della dott.ssa Francesca Grisenti, che nonostante i numerosi impegni e le infinite pressioni ha organizzato l’evento nei minimi dettagli.

Non dimentichiamo la partecipazione di Fabiana Carella, dottoressa in Scienze dell’Alimentazione nonché diplomata in Culinary Nutrition, che da vera appassionata del progetto si è dedicata a spiegare tecnicamente alle persone che la interpellavano come si potessero ottenere certi risultati utilizzando prodotti di alta qualità, gli stessi della tradizione, senza strani trucchi o pozioni magiche.

La dott.ssa Caterina Errico, responsabile web marketing, che dall’ufficio di Parma non si lasciava sfuggire nulla di quello che stava succedendo e portava avanti la comunicazione con il pubblico.

Grazie.

Certo, forse qualcuno potrebbe dire che la stiamo facendo un po’ lunga per una cena, e sicuramente mi sono trovato ad organizzare eventi , magari apparentemente più importanti, in molto meno tempo, ma mai con così tanta collaborazione come quella ricevuta da questo team.

Questo sicuramente è l’aspetto che più mi conferma che oltre alla professionalità ci va PASSIONE.

Non abbiamo ancora citato le due colonne portanti di tutto, CHIARA MANZI e DANILO PERTOSA, ma che dire ormai: loro sono conosciuti da tutti e tutti sanno che dietro qualsiasi evento ci sono loro che seguono, correggono, aiutano. A Chiara infatti basta ormai un colpo d’occhio per farci capire le cose da rivedere o sistemare e le si illumina lo sguardo quando ci sorride e dice “FANTASTICO … va benissimo!”; a Danilo invece non scappa nulla a livello organizzativo, ogni cosa è calcolata alla perfezione per riuscire a coinvolgere tutto il gruppo di lavoro, che alla fine riverserà le emozioni provate durante la preparazione sulle persone che vivranno l’esperienza (e così è stato all’Orto Ritrovato).

E questa volta, a mescolare le carte di Danilo c’era Francesco Cappa, coordinatore dei lavori e Direttore di Sala, che non riesce quasi mai a seguire le sue linee guida e ci deve mettere del suo, ma che con la sua spontaneità ed il desiderio di trasmettere tutte le emozioni di questo evento sembra comunque aver conquistato gli ospiti.

Che dire, per qualcuno sarà stata solo una cena, ma grazie a Orietta Schiaffino, alla sua famiglia ed il suo staff, ad UNICA CONSULTING con Massimo Salvadei e Michele Trevisan, ad Ilaria Roncaioli, Francesca Grisenti, Caterina Errico, Fabiana Carella, Sandra Bianchi, ovviamente Chiara e Danilo ed a Francesco Cappa, è diventata per gli ospiti dell’Orto Ritrovato un’esperienza BELLA E BUONA DA VIVERE.

Grazie ancora a tutti.

A cura di Francesco Cappa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *