Barbara Settembri

Un mondo di mestoli, spezie, Gusto e Benessere.

Ciotole, sale, pepe, forchette, pentole e amore. Si sente un profumo di buono e si percepisce una scia di passato proiettato al futuro quando si entra nella cucina di Barbara Settembri, titolare e chef della “Locanda dei Matteri” di Sant’Elpidio a mare (FM).

Barbara è giovane ma con una grande esperienza e tanta, tanta creatività legata indissolubilmente alla tradizione. Parlare con lei, chef AjN diplomata al master in Culinary Nutrition della Art joins Nutrition Academy, risulta molto più facile di quanto si pensi possa essere farlo con una persona del suo calibro e la sua genuinità viene fuori fin da subito, come l’amore per la cucina che ci mette altrettanto poco a farsi sentire non appena cominciamo a parlare di cibi, metodi di cottura e quando le chiediamo da dove è nata questa passione.

Lei sorride e ci dice solo che non ha un evento particolare che la lega a questo mondo ma che, fin da che ha memoria, si ricorda di lei con le mani in pasta e il naso sporco di farina mentre pasticciava in cucina con la mamma e con la nonna, suoi primi e grandi esempi. Poi l’istituto tecnico alberghiero, i corsi di specializzazione, la famosa scuola Alma di Gualtiero Marchesi, il duro lavoro e infine il suo piccolo angolo di mondo: la locanda.


Cucinare piatti buoni però dopo un po’ non le basta più e vista la sua particolare attenzione all’evoluzione in cucina, e seguendo sempre di più le esigenze dei suoi clienti, decide di approcciarsi al mondo della Culinary Nutrition e frequentare il master della Dott.ssa Chiara Manzi, grazie alla quale certifica diverse ricette che attualmente propone ai suoi ospiti, sempre più attenti al gusto e al benessere del proprio corpo.


Sembra passato pochissimo tempo dall’inizio del nostro incontro con Barbara Settembri e invece è già arrivato il tempo di cucinare per i clienti del ristorante. Chiediamo a Barbara di descriverci con tre aggettivi la sua esperienza con Cucina Evolution e lei ci risponde che piú che tre aggettivi, preferisce utilizzare una frase che la stessa dott.ssa Manzi le ha trasmesso durante il master: “Cucina Evolution trasforma i piatti da buoni da morire in buoni da vivere!”


Il tempo dell’intervista è volato, le pentole sul fuoco richiamano l’attenzione della chef che con cura ci saluta e si ritira con gioia e fretta nel suo mondo di mestoli, di spezie, di Gusto&Benessere.