Cristian Duca

Creatività, umiltà e voglia di crescere. I tre ingredienti del successo.

A parlarci insieme verrebbe quasi da dire che lui, Cristian Duca, sia le due facce della stessa medaglia. Creativo e socievole ma allo stesso tempo rigoroso e riservato.

La sua storia, ci dice, non è così diversa da tante altre. Classici studi all’Istituto tecnico alberghiero, la solita gavetta nelle pizzerie e nei ristoranti di Brescia, città dalla quale viene, ma … a fermarci ad ascoltarla questa storia, così semplice e comune come la descrive lui, a noi non sembra affatto. Anzi.


Convinto da piccolo di essere destinato a fare il poliziotto, vista la storia della sua famiglia, Cristian a 14 anni va a cena una sera con i suoi genitori in pizzeria e, mentre è seduto al tavolo tranquillo a chiacchierare delle cose di cui discute un adolescente, decide di chiedere al proprietario di insegnargli “il mestiere”. Con lo stupore della famiglia, Cristian, 42 anni appena compiuti, ha cominciato così. Al bancone delle pizze nemmeno ci arrivava per impastare, ma fin da subito sente per quel mondo uno slancio diverso rispetto a tutte le attività che da ragazzo praticava.


La sua decisione di continuare gli studi nell’arma inizia ad affievolirsi e, dopo il servizio militare, viene definitivamente accantonata. Con il mondo militare lui sa ormai di avere poco a che fare, se non per la disciplina e il rigore che segue ancora in cucina. La sua anima da Chef è creativa e la sua sete di conoscenza è sempre più grande e non può limitarsi ad una sola area di riferimento.


A questa storia “comune”, come la definisce solo lui, va aggiunto che già da ragazzo la sua bravura viene notata, tanto che l’hotel Kulm di St. Moritz lo vuole nella sua cucina e se lo contende negli ultimi tempi con Villa D’Este a Cernobbio che alla fine se lo porta via per inserirlo nel suo team.
Passano pochi anni prima che Cristian Duca, ormai conosciuto nel settore per la sua caparbietà e la sua attenzione particolare ai dettagli, venga chiamato da Villa Paradiso (Gardone Riviera, BS), prestigiosa location dove viene ormai definito “lo chef dei vip”. 
È in questo ambiente che capisce che la sua cucina ha bisogno di essere completa e che per fare bene agli altri è necessario imparare sempre qualcosa di nuovo.


Dopo anni di ricerche, approfondisce la conoscenza sulla dott.ssa Chiara Manzi, di cui aveva già sentito parlare tanto, e si iscrive e frequenta il master in Culinary Nutrition del quale, dopo il diploma nel 2015 che lo attesta come Chef AjN, diventa docente. Di questo percorso, ci dice Duca, lui ha apprezzato la veridicità dei metodi e delle teorie che, a dispetto di tanti altri master o corsi di formazione, non erano basati su pareri personali ma su solide basi scientifiche internazionali.

Finalmente anche per lui il Gusto e il benessere possono camminare insieme.
Da questa storia, noi abbiamo imparato tanto, ma la cosa più importante è che l’umiltà e la voglia di continuare a crescere, premiano sempre e lo Chef Ajn Cristian Duca, che di straordinario ha tanto, ne è l’esempio lampante.