Filetto di Maiale sottovuoto

dello chef Barbara Settembri

N. CERTIFICAZIONE 20140301,
rilasciata dal direttore scientifico Chiara Manzi

Ingredienti
per una porzione:
  • Filetto di maiale
  • Vino cotto
  • Sale iodato
  • Zucchine
  • Carote
  • Farina di riso
  • Olio d'arachidi per friggere
 
È solo buono o fà anche bene?

La cottura della carne sottovuoto ha permesso il mantenimento di tutti i nutrienti, comprese le vitamine del gruppo B, presenti soprattutto nelle carni, ma che con altri metodi di cottura possono essere in parte perse. L’uso del vincotto nella cottura sottovuoto permette di limitare l’uso del sale. Le verdure, infarinate nella farina di riso in modo da minimizzarne l’assorbimento del grasso di frittura, grazie a questo metodo di cottura conservano buona parte di tutti i nutrienti, compresa la vitamina C, sostanza sensibile sia al calore che all’ossigeno. Per friggere è stato scelto un olio di arachidi, uno degli oli migliori per questo tipo di cottura dal punto di vista nutrizionale. Tamponare bene la frittura prima di servirla ha permesso di eliminare l’olio in eccesso e evitare l’aggiunta di calorie inutili al piatto.

Per apprezzare al massimo il piacere e il benessere di questa ricetta, si consiglia di inserirla all’interno di un menù certificato Gusto&Benessere, da 3 portate, per un totale di 800 kcal, tante vitamine e antiossidanti e 30 g di grassi. Inizia sempre il tuo pasto con due bicchieri d’acqua, è il primo alimento antiaging!